Cerca nel blog

07 nov 2006

domande


“L’abituarsi ad un’ emozione”

inizia così l’unica pagina che ho potuto leggere.
E quando invece non ti abitui?
Quando è sempre nuova e forte come il primo giorno.
Quando annulla tutto il resto.
Quando arriva a farti tremare.
Allora cosa fai…

La vivi, lasciando che ti trascini…
La porti con te, lasciando che ti renda più forte…
La sfidi, con la consapevolezza di non poterla cambiare…
La lasci entrare, per ricominciare a vivere…

Vivere una vita senza emozioni non è vivere, o meglio fingi felicità che non ti appartengono…
Sei morto, ma non lo sai ancora, attendi il giorno in cui tutti se ne renderanno conto. Compreso te.
Emozionarsi significa rinascere, riscoprire ogni volta che puoi, ancora… che c’è di più…
“ la vita è un brivido che vola via… è tutto in equilibrio sopra la follia…”

La mia follia è credere in me stesso… sentirmi vivo per sfidare il mondo… gettarmi nelle cose e viverle fino a starci male… credere nelle persone di cuore… provarci sempre… perdere… ritornare a ridere… ritrovare gli sguardi… per emozionarmi ancora.

Tutto il resto non esiste, è solo un inutile passatempo che prima o poi ti annoia a morte… perdi il senso delle cose e senza rendertene conto vedi tutto grigio… tutto uguale. Ti trovi immerso in una realtà che non ti appartiene ma ormai e troppo tardi probabilmente non hai nemmeno più la voglia di lottare, di schierarti, di farti valere… volare ti risulta impossibile, irreale.
Ti adagi e ti lasci scivolare giù in basso… sei una nave alla deriva, ti mescoli con quell’insieme che non ti piace, che non ti soddisfa… “ma fa lo stesso… c’è di peggio!”
Inizi a non ascoltarti più, ti giustifichi e accetti il tutto come una medicina cattiva… sempre uguale, sempre precisa, sempre cattiva… e poi questo non essere si sostituisce alla tua vera essenza e credi pure di non poterne più fare a meno. Ti tiene in vita… o meglio, ti fa esistere e nulla più.

Quindi non abituarti mai a nulla.
Vivi le tue emozioni forti.
Annulla tutto il resto.
E gioisci quando arrivano i brividi, quando ti senti tremare.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

L'amore è sempre paziente e gentile, non è mai presuntuoso o pieno di sè.
L'amore non è mai scortese o egoista, non si offende e non porta rancore.
L'amore non prova soddisfazione dei peccati degli altri, ma si delizia della vita.
L'amore è sempre pronto a scusare, a dare fiducia, sperare e a resistere a qualsiasi tempesta!

Non ti abituare mai a me.

valentinademelas ha detto...

sei davvero bravo.mi emozioni.

Juri ha detto...

Grazie Valentina.

In quanto a te anonima... non credo che riuscirò mai a stancarmi di te... anche se alla mattina quando ti svegli sei insopportabilmente attraente e fastidiosa... in egual misura.
La prossima volta puoi anche firmarti.

Juri